Buona Scuola – Il mancato funzionamento dell’algoritmo

Oramai è chiaro: l’algoritmo della cd. buona scuola non ha funzionato e sempre più spesso le aule dei Tribunali lo stanno confermando.

L’algoritmo utilizzato dal Ministero (ossia un programma informatico per determinare i trasferimenti della mobilità 2016) ha commesso grossolani errori in quanto, oltre a non essere chiaro nel funzionamento, non ha rispettato quanto previsto dal Contratto Collettivo Nazionale Integrativo sulla mobilità sul rispetto del punteggio e dell’ordine delle preferenze, nel senso di assegnare ad ogni aspirante la prima sede/ambito libero

Ed ancora il Miur non avrebbe intenzione di rendere pubblici i parametri utilizzati per impostare l’algoritmo sui trasferimenti della mobilità 2016, avvenuta su ambiti territoriali.

E‘ evidente, quindi che non solo non è stato rispettato il principio di scorrimento della graduatoria (in base al quale ogni insegnante ha il diritto a non vedersi scavalcare in graduatoria) ma l’intera procedura di assegnazione delle sedi è da considerarsi “viziata”.

L’applicazione dei criteri e delle fasi dell’O.M. 241/16 ha generato un “effetto a cascata” di assegnazione di posti non dovuti che le amministrazioni locali competenti dovranno gestire come meglio potranno.

https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2FPresaDiretta.Rai%2Fvideos%2F10158191301065523%2F&width=500&show_text=false&height=280&appId

Per maggiori informazioni o per essere ricontattato da consulente non esitare a scriverci

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...