Benefici-auto  concessi dalla legge in caso di handicap accertato (cd. L.104)

In caso di accertamento di handicap (legge 104) è necessario fare una differenza tra:

(art. 3 comma 1, Legge 104/1992) – allora vuol dire che non è stata riconosciuta la connotazione di gravità.

(art. 3 comma 3, Legge 104/1992) – allora vuol dire che è stata riconosciuta la connotazione di gravità.

La certificazione, in ogni caso, non dà diritto a provvidenze economiche (pensioni, assegni, indennità per invalidità civile); ebbene per ottenere quelle provvidenze economiche è necessario avere una accertata invalidità civile.

Agevolazioni auto

Le agevolazioni fiscali sui veicoli consistono nell’applicazione dell’IVA agevolata al momento dell’acquisto, nella detraibilità della spesa sostenuta, nell’esenzione dal pagamento del bollo auto e delle tasse di trascrizione

Sono ammesse all’agevolazione le persone con:

  • disabilità motoria
  • disabilità intellettiva (solo se titolari di indennità di accompagnamento e con certificato di handicap grave)
  • disabilità sensoriale (ciechi e sordomuti).

Le relative condizioni devono risultare dai rispettivi certificati di invalidità o di handicap.

Nei casi di problemi di deambulazione e titolari di patente di guida speciale è obbligatorio adattare il veicolo.

Esenzione Bollo

Il beneficio si applica ai veicoli, sia condotti dai disabili sia utilizzati per il loro accompagnamento (con limitazione di cilindrata fino a 2000 cc se con motore a benzina, e fino a 2800 cc se con motore diesel) e spetta ad un solo veicolo.

Per ottenere l’esenzione è possibile presentare la domanda presso gli uffici dell’ACI indicando la targa del veicolo.

L’esenzione dal pagamento della Tassa Automobilistica, una volta riconosciuta per il primo anno, prosegue anche per gli anni successivi, senza l’onere di ulteriori adempimenti.

E’ onere dell’interessato, qualora vengano meno le condizioni per aver diritto all’agevolazione darne tempestiva comunicazione all’ufficio competente che l’ha concessa per evitare il recupero dei tributi e l’irrogazione delle sanzioni.

L’esenzione dal pagamento del bollo auto spetta solo per determinate tipologie d’invalidità comprovata, vale a dire:

  • Disabilità con patologia che comporta ridotte o impedite capacità motorie permanenti 
  • Disabilità con patologia che comporta grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni 
  • Disabilità mentale o psichica 
  • Disabilità per cecità o sordità

In dettaglio è necessario sia stata riconosciuta, la disabilità relativa a:

  •  Disabilità legata a capacità motorie impedite (o comunque ridotte);
  •  Handicap (come pluriamputazioni) che comporti limitazioni gravi nella capacità di deambulazione;
  • Problemi alla vista che compromettono ambedue gli occhi (cecità totale o minorazioni visive con un residuo perimetrico binoculare non superiore al 30%)
  • Sordità apparsa prima dell’apprendimento del linguaggio orale (sordità perlinguale) o alla nascita (sordomutismo)
  • Minorazioni sia fisiche che psichiche la cui natura ha determinato il riconoscimento, da parte degli Enti competenti) dell’indennità di accompagnamento.

È bene ricordare che l’esenzione dal pagamento del bollo auto spetta solo nel momento in cui il veicolo è intestato :

  • direttamente al soggetto disabile;
  • un familiare del soggetto disabile, che risulti a fiscalmente a carico del disabile o viceversa.

(Es:se un figlio minorenne o maggiorenne a carico può beneficiare delle agevolazioni della legge 104, il genitore o il tutore legale ha diritto a non pagare il bollo della macchina)

Contrassegno per parcheggio

Il contrassegno disabili è un tagliando della durata di 5 anni che permette alle persone con problemi di deambulazione e ai non vedenti di usufruire di facilitazioni nella circolazione e nella sosta dei veicoli al loro servizio, anche in zone vietate alla generalità dei veicoli (si specifica che è possibile anche transitare nelle zona ZTL).

Si tratta di una speciale autorizzazione che viene rilasciata dal proprio Comune di residenza.

Hanno diritto al rilascio del contrassegno:

  • le persone con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta
  • le persone non vedenti

Per un periodo inferiore ai cinque anni (e quindi a tempo determinato), può essere rilasciato anche a:

  • persone con temporanea riduzione della capacità di deambulazione a causa di infortunio o per altre cause patologiche
  • persone con totale assenza di ogni autonomia funzionale e con necessità di assistenza continua, per recarsi in luoghi di cura.

Vedi anche:

Agevolazioni della legge 104

Per maggiori informazioni o per essere ricontattato da un nostro consulente non esitare a scriverci

Annunci

2 pensieri su “Benefici-auto  concessi dalla legge in caso di handicap accertato (cd. L.104)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...