Rapporto tra Contratto Collettivo e Contratto Individuale. L’inderogabilità in peius (art. 2077 del Codice Civile)

Il contratto collettivo è una delle fonti che regola il rapporto di lavoro.

E’, ovviamente, subordinato alla legge rispetto alla quale può derogare solo in senso più favorevole al lavoratore.

Nella pratica, viene applicato il principio secondo cui la fonte inferiore potrà derogare a quella superiore ma solo in senso più favorevole ai lavoratori (cosiddetta derogabilità in melius) e mai in senso ad essi sfavorevole (inderogabilità in peius).

Ciò vuol dire che qualora le parti (nella stipulazione del contratto individuale) dovessero prevedere un trattamento economico/normativo peggiore per il lavoratore rispetto a quello previsto dal contratto collettivo di riferimento, TALE ACCORDO DOVRA’ ESSERE DISAPPLICATO e ci sarà, quindi, una automatica sostituzione con la norma più vantaggiosa per il lavoratore.

Il problema che si è posto nelle aule di tribunale è la mancanza di un un rapporto di gerarchia determinato dalla legge per la mancata efficacia erga omnes del contratto collettivo per la mancata applicazione dell’ art. 39 della Costituzione.

Per maggiori informazioni o per essere ricontattato da un nostro consulente non esitare a scriverci

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...