Cosa può dare il datore di lavoro durante uno sciopero dei lavoratori?

Lo sciopero è un’astensione collettiva dal lavoro avente come finalità quella di ottenere, un miglioramento delle condizioni lavorative (retributive, morali e professionali) rispetto a quelle disciplinate dal contratto collettivo nazionale di lavoro, esercitando una pressione sui datori di lavoro.

Ma cosa potrà fare il datore di lavoro?

E’ pacifico che il datore di lavoro non potrà attuare comportamenti discriminatori nei confronti degli scioperanti.

La questione che si è posta è se i lavoratori potranno essere sostituiti da altri dipendenti (cd. crumiraggio indiretto).

Il datore di lavoro, per limitare le conseguenze, potrà sostituire gli scioperanti con altri dipendenti della stessa azienda (spostandoli dalla loro normale attività di lavoro)

Questo caso è lecito in quanto non viene leso il diritto di sciopero

Viceversa una assunzione di personale esterno è negata dalla giurisprudenza.

L’estensione di tale divieto si riscontra anche nell’art. 20 del D.Lgs 10.09.2003 n. 276 che vieta la stipulazione del contratto di somministrazione per la sostituzione di lavoratori che esercitano il diritto di sciopero.

Per maggiori informazioni o per essere ricontattato da un nostro consulente non esitare a scriverci

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...