Come recuperare il TFR (trattamento di fine rapporto) in caso di fallimento del datore di lavoro anche se credi di aver perso tutto!

Sei un lavoratore e l’azienda presso la quale lavoravi ha dichiarato fallimento?

So che sei deluso e che stai vivendo una situazione davvero complessa ma posso dirti che non è il momento di disperare, che c’è ancora qualcosa che puoi fare.
Continua a leggere

Annunci

È possibile conferire il TFR alla previdenza complementare?

Il TFR  è una parte della retribuzione corrisposta al momento della cessazione del rapporto di lavoro.

A seguito dell’introduzione di forme pensionistiche complementari e della riforma del TFR ad opera della finanziaria del 2007 è stata attribuita ai lavoratori la possibilità di destinare gli accantonamenti maturandi di TFR (in maniera integrale o pro quota) alle cosiddette FORME PENSIONISTICHE COMPLEMENTARI.

Continua a leggere

Il TFR – Cos’è?

Il TFR (regolato dall’art. 2120 del Codice Civile) si matura mediante l’accantonamento ogni mese di una quota della retribuzione corrisposta al lavoratore.

La somma così accantonata viene liquidata in un’unica volta al termine del rapporto di lavoro (indipendentemente dalla tipologia di contratto con cui è stato assunto il lavoratore) ed in ogni caso avvenga la risoluzione (compresa l’ipotesi di licenziamento).

Proprio per tale ragione è evidente che questa assolva la natura di retribuzione con  funzione  previdenziale.
Continua a leggere